viboonline.it ed i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego.

Fai una donazione

Amount:

Statistiche

Abbiamo 121 visitatori e nessun utente online

Condividi

Per prepararle servono:

  • circa 600 grammi di farina,
  • 1 cubetto di lievito di birra,
  • acqua tiepida
  • sale;

basta mettere tutti gli ingredienti nell’impastatrice e, una volta che si sono ben amalgamati ma la pasta non è troppo dura, lasciar riposare il tutto per un paio di ore (minimo) coprendo con uno strofinaccio.

Poi per quelle salate è necessario far scaldare un litro di olio da frittura in una pentola e iniziare una operazione davvero divertente: prendere un cucchiaio, bagnarlo in acqua fredda, prendere della pasta cresciuta, infilarci all’interno un pezzettino di caciocavallo o un quarto di acciuga, ripiegare la pasta su sè stessa e tuffare la palla dentro l’olio. Questa operazione va ripetuta per il numero di zeppole che si vogliono preparare e facendo sempre attenzione a bagnare il cucchiaio prima di prendere la pasta; per ogni singola frittura calcolate 4-5 zeppole ma dipende comunque dalla pentola che utilizzate. Una volta che sono dorate ma non bruciatele scolatele e mettetele su carta assorbente prima di trasferirle su un piatto.

Per quelle dolci invece basta prendere la pasta con il cucchiaio bagnato e tuffarla direttamente nell’olio caldo dopo averla chiusa per bene su sè stessa, lasciare dorare e scolare quindi “condirne” alcune con zucchero semolato, alcune con zucchero semolato e cannella e alcune con miele leggermente riscaldato con qualche cucchiaio di limoncello.

Tempo di preparazione: 5 minuti per l’impasto + 2 ore di lievitazione + 1 ora per frittura

Raccomandazioni: friggete prima le zeppole dolci perchè insapori e poi quelle salate usando lo stesso olio. zeppole calabresi

comments
LeoneBanner AlexsitiwebLeonedestra

viboonline

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione. (Art. 21 della Costituzione). L' autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini presenti nel blog sono molto spesso prelevate da internet e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e provvederò prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate, scusandomi anticipatamente per il disturbo arrecato.