viboonline.it ed i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego.

Fai una donazione

Amount:

Statistiche

Abbiamo 90 visitatori e nessun utente online

Condividi

Berlusconi morto!?
Silvio Berlusconi è morto e riposa in una teca di vetro. È questo il “Sogno degli Italiani“, almeno secondo gli autori di questa opera d’arte, Antonio Garullo e Mario Ottocento che hanno realizzato una fantasia di tanti. Il Cavaliere, o meglio una sua statua in silicone e resina, ha gli occhi chiusi, un sorriso sornione sulle labbra, con il capo appoggiato a un cuscino di raso, chiuso in una teca di vetro.

Potrebbe anche non essere morto, ma solo addormentato, anche perché in una mano, la destra, tiene il suo libro “Una storia italiana”, e l’altra, la sinistra, è infilata nei pantaloni. La statua è ora esposta a Roma, a Palazzo Ferrajoli, a qualche centinaio di metri da Palazzo Chigi: chissà se lo stesso Berlusconi troverà il tempo di andare a rendere visita a se stesso. L’idea di un Berlusconi morto, o addormentato come un’eroina delle fiabe, arriva da una coppia di artisti, Antonio Garullo e Mario Ottocento, che tra l’altro sono una coppia anche nella vita, visto che sono stati i primi a sposarsi nel 2002 ad Amsterdam. Una provocazione o la messa in scena del sogno inconfessabile degli italiani, diciamo almeno di una metà? D’altra parte è stato lo stesso ex premier a dirlo nelle telefonate con le sue amiche e allora perché non rendere reale un sogno? La statua è molto realistica a dire il vero, anche perché ci sono dei particolari come il doppiopetto blu d’ordinanza e il sorriso stampato sul volto con cui lo abbiamo visto e lo vediamo anche oggi. Poi però ci sono i dettagli artistici, come il libro dedicato alla sua vita e la mano dei pantaloni, e le babbuce di Topolino ai piedi. A tutto questo si aggiunge l’idea della teca di vetro attraverso la quale ammirare il “corpo”, come nel caso dei santi o, per rimanere a livello terreno, dei padri della patria, spesso dittatori, in una sorta di rituale di santificazione e conservazione di corpi laica. Lo spiegano gli stessi artisti: l’idea di un Berlusconi chiuso in una teca destinata alla conservazione dei corpi di santi ed eroi nasce dalla vita stessa del Cavaliere che ha costruito la sua fortuna soprattutto in politica grazie al culto della sua personalità. C’è tempo fino al 30 settembre per vedere l’opera: chissà se lo stesso Silvio ci farà un salto.

Fonte: spetegulez.com

comments

LeoneBanner AlexsitiwebLeonedestra

viboonline

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione. (Art. 21 della Costituzione). L' autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini presenti nel blog sono molto spesso prelevate da internet e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e provvederò prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate, scusandomi anticipatamente per il disturbo arrecato.