viboonline.it ed i suoi partner utilizzano cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego.

Fai una donazione

Amount:

Statistiche

Abbiamo 61 visitatori e nessun utente online

Condividi

Concorso e assunzione di due istruttori direttivi, il tar rigetta il ricorso
Il Sindaco Nicola D’Agostino e l’Assessore al Personale Nazzareno Rubino esprimono piena soddisfazione per l’esito della procedura giudiziaria che ha portato al rigetto da parte del TAR del ricorso presentato da un candidato contro la procedura concorsuale per l’assunzione di due istruttori direttivi tecnici, Cat. D. Una vicenda quella dei concorsi- dichiarano congiuntamente il Sindaco e l’Assessore- che aveva suscitato enormi (e, oggi, si può confermare ingiustificate) polemiche in ordine all’iter procedurale, con numerose interrogazioni presentate in Consiglio. Siamo sempre stati convinti, al di là di ogni critica, della bontà delle scelte effettuate. Tutte le censure mosse dinanzi al TAR (apertura agli interni, aumento dei posti, trasparenza delle procedure, nomina dei membri della commissione, procedure di mobilità), che di fatto riprendevano quelle sollevate in Consiglio comunale e sugli organi di stampa, sono state ritenute infondate dall’Autorità giudiziaria, premiando di fatto la scelta illuminata dell’amministrazione che, certamente, non per capriccio, ma consapevole delle enormi difficoltà in cui versa l’Ente in quasi tutti i settori strategici, ha deciso di investire sulle risorse umane. La soddisfazione, si può bene capire, è motivata anche dal grande contributo che il nuovo personale sta dando sin dalla presa in servizio, ii cui risultati sono sotto gli occhi di tutti.

E’ stato dunque premiato il coraggio e la lungimiranza dell’Amministrazione Comunale che in un momento di assoluto caos normativo, accentuato da un serie contrastanti di pronunce giurisprudenziali, nonostante i tempi ristrettissimi, ha saputo imboccare la strada giusta interpretando nella maniera più corretta la normativa, consentendo all’Ente di investire in settori strategici per la crescita quale quello del personale dipendente. Nei pochi mesi a disposizione, tra il giorno dell’insediamento e quello dell’entrata in vigore del blocco del turn over, grazie ad un intenso lavoro di squadra è stato possibile analizzare lo stato di fatto individuando i settori maggiormente carenti, adottare tutti gli atti programmatici necessari, preparare le procedure, e consentire l’espletamento dei concorsi, che non va dimenticato, hanno visto la partecipazione di numerosi candidati. Siamo sempre più motivati e determinati, ad intensificare e portare avanti l’attività dell’amministrazione, nonostante le numerose difficoltà, accentuate da una iperproduzione normativa di settore, troppo spesso isterica e irrazionale. L’esito del giudizio, consente, infatti, all’amministrazione di poter programmare con maggiore serenità gli interventi da effettuare in futuro nella consapevolezza che gli investimenti nelle risorse umane potranno portare nel breve e medio periodi enormi benefici all’Ente in termini di efficienza e produttività.

 

Fonte: calabriah24.it

comments

LeoneBanner AlexsitiwebLeonedestra

viboonline

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001. Tutti hanno diritto di manifestare il proprio pensiero con la parola, lo scritto ed ogni altro mezzo di diffusione. (Art. 21 della Costituzione). L' autore dichiara di non essere responsabile dei commenti inseriti nei post, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Le immagini presenti nel blog sono molto spesso prelevate da internet e quindi valutate di dominio pubblico. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione o per qualsiasi violazione di copyright, non avranno che da segnalarlo e provvederò prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate, scusandomi anticipatamente per il disturbo arrecato.